PRESENTAZIONE

 

CORSO DI FOTOGRAFIA

DI BASE PER CINQUE

BAMBINI A SCELTA DELLA SCUOLA

Dalla 1° alla 3° secondaria inferiore in accordo con l’insegnate d’arte.

 

“Essere un fotografo è un mondo straordinario, un modo diverso autentico e eccitante di vedere e prendere la vita”,  non importa quanti anni hai.

Quando: (data e orario da concordare con la scuola)

Durata: 10 ore di teoria abbinate alla pratica

Frequenza: 1 volta a settimana (giorno da concordate con la scuola)

Per 6 appuntamenti di 1 ora, durante l’orario scolastico o dopo.

ARGOMENTI: • LE TIPOLOGIE DI MACCHINE FOTOGRAFICHE • FORMATO RAW e JPEG • L’OBIETTIVO FOTOGRAFICO • IL DIAFRAMMA e L’OTTURATORE (Rapporto di Reciprocità) • LE MODALITÀ DI SCATTO • LA SENSIBILITÀ ISO • L’ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA • LA MESSA A FUOCO LA PROFONDITÀ DI CAMPO REGOLAMENTO

 

La Ritrattista - retratista Rita Valenzuela, presidente della Associazione Il Tempo delle Donne, organizza un corso di fotografia digitale destinato a cinque bambini che desiderano approfondire la conoscenza della fotografia ed in particolare delle tecniche digitali.

I contenuti del corso riguarderanno i principi fondamentali della fotografia, l’ottica fotografica, l’esposizione e la composizione dell’immagine, acquisizione, editing e archiviazione. Alle lezioni teoriche saranno alternate esercitazioni pratiche e un’uscita fotografica di ripresa con fini didattici.

Il corso fornisce ai partecipanti una base tecnica e pratica per apprendere le modalità̀ di utilizzo delle tecniche fotografiche e delle attrezzature professionalmente utilizzate in vari ambiti produttivi. Particolare cura è dedicata alle applicazioni pratiche ed all'approfondimento dei concetti base di fotografia digitale.

La partecipazione al corso non richiede prerequisiti fotografici né di conoscenze, né di attrezzature, ma la disponibilità̀ di una fotocamera digitale, anche compatta, permette di apprendere meglio i contenuti del corso.

Non è obbligatorio avere una fotocamera perché questa sarà messa a disposizione dall’associazione “Il tempo delle Donne”. E’ invece molto utile una  scheda di memoria per la macchina fotografica.

Dopo la fine del corso tutti i partecipanti avranno l’opportunità di realizzare la loro prima Mostra Fotografica. 

 

Fotografare non è solo un’arte, è un insieme di variabili che combinate accendono qualcosa dentro di noi, portando un vero benessere al nostro organismo, ci preparano per l’adolescenza quando siamo molto giovani e la nostra vita non è ancora stressata dal mondo del lavoro.

 

Non vogliamo fare nessuna scoperta scientifica, né tantomeno cambiare il mondo, vogliamo solo far risaltare come questa bellissima arte può portare dei benefici fin da piccoli e prevenire tante difficoltà.

Fotografia è Salute Mentale

Sì, perché alzarsi la mattina presto, andare a scuola, per i grandi sembra non essere impegnativo ma i piccoli vivono insieme a noi e risentono anche dello stare nel traffico, del nostro non essere felici a lavoro, dell’avere delle diatribe con il capo, del tornare a casa stanchi e ricominciare così ogni giornata, questa non è una routine positiva e loro si accorgono se stiamo bene o no. 

Ed è allora che la fotografia può essere di aiuto, può essere quella piccola variabile all’interno della giornata che cambia il risultato finale.

E’ un momento di sfogo, di creatività, di sensazione di pace che molto spesso riesce a mettere il bastone tra le ruote alla monotonia della routine.

E’ un momento che non è mai uguale perché, proprio come insegnano i vecchi maestri Bresson e Capa, ogni fotografia è una storia a sé.

Non è importante quante foto si scattino durante la giornata, l’importante è che si riesca a tirare fuori qualcosa, a raccontare una storia.

Uno scatto che è un grido di libertà, un “si, ora ti ho preso “, un momento personale che ci regaliamo nelle 24 ore di una giornata.

È proprio quell’attimo, così importante, che ci permetterà di sentirci protagonisti nella nostra quotidianità.

Molto spesso basta uscire un poco di casa, magari andare al parco più vicino, notare una cosa semplice come un uccello o un gattino che beve ad una fontana e si è lì pronti a creare lo scatto desiderato,  per tornare a casa soddisfatti.

Altre volte bisogna cercare le situazioni, bisogna creare nella nostra mente un filo logico per scovare lo scatto ideale.

 

Questo ci porta a riflettere sul primo punto e a capire perché la fotografia fa bene:

 

LA FOTOGRAFIA STIMOLA LA CREATIVITÀ E L’INGEGNO

La fotografia nei ragazzi stimola la crescita della creatività che molto spesso soffochiamo da adulti.

Scattare una foto richiede di svegliare la mente, qualsiasi età si abbia, metterla in moto, non è fotografare la prima cosa che capita a caso ma cercare delle situazioni davanti ai nostri occhi.

Cercare una determinata posizione sapendo che prima o poi quello che abbiamo immaginato accadrà.

E quando tutte le variabili si realizzano, lì è il momento, lì è lo scatto.

E’ un esercizio continuo di input alla nostra mente che svegliano il cervello intorpidito.

 

Questo ci porta al secondo punto:

LA FOTOGRAFIA CAMBIA IL MODO DI PENSARE

Se un giorno non ci sentiamo ottimisti, non vuol dire che siamo delle persone negative forse, semplicemente, abbiamo intuito come finirà la nostra giornata.

Allora possiamo pensare ad un progetto che ci interessa realizzare e aspettare quel momento ci porterà ad essere più positivi.

Quella situazione desiderata, quella combinazione cercata, come nel voler creare una foto particolare, ci porta ad un cambiamento nel nostro modo di pensare. Ecco:

“Sì, finalmente è successo quello che volevo”.

In quel momento sentiamo che è così che volevamo andasse la nostra vita, ci sentiamo più padroni del nostro destino.  

E se abbiamo scattato una foto, la riguardiamo con un sorriso nascosto, sappiamo che è quello l’ingrediente misterioso che ci ha cambiato la giornata.

 

LEZIONI 

GRATIS

FOTOGRAFIA

Arriviamo allora al terzo punto:

LA FOTOGRAFIA CI PORTA AD UNA APERTURA MENTALE

Quando vediamo che uno scatto ci è venuto bene, siamo invogliati a raggiungere altri buoni risultati, non ci accontentiamo, cerchiamo subito di migliorare, questo può essere una buona esperienza di vita per affrontare le situazioni che ci si presentano da adulti.

Senza accorgersene abbiamo acceso la mente, stimolato la creatività, trasformato una giornata monotona in una positiva e ora possiamo cercare nuove soluzioni.

Tornando a casa dopo la scuola con il cervello stanco, ti ritrovi una mente brillante che vuole a tutti i costi portare a casa un altro risultato positivo in fotografia, nello studio e nella vita.

Hai cambiato il modo di vedere le cose senza nemmeno accorgertene.

 

LA FOTOGRAFIA  MIGLIORA LA PAZIENZA

Dopo mille scatti bruciati e  solo uno positivo ti rendi conto che hai guadagnato questo quarto punto del benessere suscitato dalla fotografia, stai aumentando la tua capacità di esercitare la pazienza, uscendo un’ora sola per fotografare.

Se prima a scuola avresti litigato per una penna caduta, come gli adulti che suonano il clacson al semaforo o nel traffico, ora dopo 1000 scatti cerchi lo stesso di portare a casa un risultato positivo, crescendo, questo atteggiamento sarà una grande ricchezza. 

La tua pazienza aumenta e non te ne accorgi nemmeno.

E sai perché? Perché è una cosa che ti piace, che ti appartiene.

Stai decidendo tu stesso le variabili, e questo ti fa stare bene, talmente tanto che sei disposto a girare delle ore anche solo per avere due scatti da poter mostrare.

 

LA FOTOGRAFIA TI METTE ALLA PROVA

Uscire a fotografare non ci impegna solo “fisicamente” ma soprattutto è una prova mentale.

Può succedere che dopo una giornata pesante non abbiamo tanta voglia di uscire o una domenica preferiremmo riposarci guardando la TV o giocando ai video giochi.

Ma se decidi di alzarti e uscire per fare foto, hai vinto una piccola battaglia, stai provando a te stesso che sei l’artefice delle tue azioni e ce la puoi fare a vincere la pigrizia.

Non ti farai vincere dalla noia e dalla comodità della poltrona e con dei piccoli esercizi di costanza e caparbietà troverai dei ritagli di tempo per te stesso, per le tue passioni.

Stai mettendo alla prova te stesso.

 

MIGLIORA IL TUO RAPPORTO SOCIALE

La maggior parte delle persone, che  non fanno fotografia, spesso pensano che questa sia un’attività individuale ma al contrario è davvero collettiva.

Ogni tuo scatto avrà bisogno di essere visto, non tanto per essere giudicato, ma per essere mostrata la sua esistenza ad un amico, alla famiglia o a scuola.

Sicuramente ci avrai fatto caso, esistono migliaia di community di fotografi dove vogliono mostrare le loro fotografie.

Come sicuramente saprai, è stato creato un social network dedicato alle fotografie: Instagram!

Addirittura grazie alle foto e Instagram si sono creati nuovi posti di lavoro.

A proposito, se ancora non ci segui, unisciti al nostro gruppo di fotografe su Facebook!

Il Tempo delle Donne.

IL TEMPO DELLE DONNE

MESSAGGIO WHATSAPP

39-347 682 6636