PER IL DIRITTO ALLA ORIGINALITA'

Italia

Pittrice  - Giorgia Catapano

Opera Il trittico “Chimamanda” (olio su tela 3 x 50x40cm)

Mostra Sguardo Da Donna I "nostri diritti"

Il trittico “Chimamanda” (olio su tela 3 x 50x40cm) è un omaggio a Chimamanda Ngozi Adichie, nota scrittrice nigeriana contemporanea.

 

In una mostra sullo sguardo della donna, mi interessava portare un’opera che raffigurasse uno sguardo contemporaneo, rendendo omaggio a una donna che ha superato attraverso la sua vita moltissimi stereotipi: una nera, una nigeriana, una donna bellissima che scrive in un linguaggio schietto e radicato nella realtà ma senza rinnegare le proprie origini, anzi facendone un punto di forza. Per questo ho voluto dipingerla con il copricapo tipicamente africano. Il trittico è composto da due dipinti figurativi e uno centrale più astratto, ho voluto rappresentare il fatto che noi donne viviamo sempre con diversi sguardi interiori ed esteriori. Rendersi conto di questi sguardi e del modo di guardare se stesse vuol dire cercare una autenticità che parta dalla propria interiorità, che è il lato più astratto, libero e meno definibile.

Giorgia Catapano inizia il suo percorso artistico all’Accademia di Belle Arti RUFA (Rome University of Fine Arts) seguendo i corsi del prof. Fabrizio Dell’Arno; frequenta numerosi corsi di pittura in Spagna e in Francia e studia tecniche di incisione presso l’Atelier InSigna di Roma.

 

Giorgia Catapano

Nel 2013 espone al Tempio della Fortuna Primigenia di Palestrina con la mostra “Swingin’Souls”; Nel 2016 espone presso la galleria Micro Visioni di Roma con la personale “Jazz Eyes”, a cura di Paola Valori.

E’ selezionata per partecipare a un percorso di disegno dal vero a Villa Medici di Roma, culminato nella mostra collettiva “Il disegno dal vero come pratica storica e sapere contemporaneo l’Accademia à l’Académie” a cura di Sarah Linford e Marco Bussagli allestita nel 2017 al Museo Pietro Canonica di Roma, catalogo Artemide.

Nel 2017 per partecipa alla mostra collettiva “Arte in Arti e Mestieri”, Suzzara (Mantova) a cura di Mauro Carrera. Nel 2018 crea il progetto “Piccoli volti”, con l’intento di avvicinare i bimbi all’arte e renderla centrale anche in periferia.

Nel 2019, espone nel bellissimo studio di registrazione “LoaDistrict” di Roma allestendo la mostra site-specific “Jazz is art”. La sua ricerca artistica è incentrata sulla relazione tra suono e segni, sulla potenzialità espressiva del disegno e della pittura dal vero e sul volto come espressione più profonda dell'anima.