L'Associazione Il Tempo delle Donne

Organizza il 3° Premio Pittorico-Fotografico Sguardo di Donna 2022

Premio Sguardo di Donna: Progetto artistico - culturale in omaggio alle Sorelle Mirabal (martiri dominicane) creato a Giunio del 2020 dalla organizzatrice, ritrattista Rita Valenzuela, presidente dell'Associazione Il Tempo delle Donne.

GIURIA 2022

Sguardo di Donna 2021 

LETIZIA LEONE

ITALIA - Letizia Leone è nata a Roma.

 

Letizia Leone è la presidente la Giuria del Primo Sguardo da Donna 2020, 2021 E 2022.

 

Ha pubblicato i seguenti libri: Pochi centimetri di luce, (Roma, 2000); L’ora minerale, (Perrone Editore, Roma, 2004); Carte Sanitarie (Perrone Editore, Roma, 2008); La disgrazia elementare (Perrone Editore, Roma, 2011); Confetti sporchi (Lepisma Edizioni, Roma, 2013); Rose e detriti (FusibiliaLibri, 2015); Viola norimberga (Edizioni Progetto Cultura, Roma, 2018) Premio L’albero di Rose, Regione Basilicata, 2019; Notazioni sui fastidi del sonno (Ensemble Edizioni, 2020). Tra le numerose antologie: Antologia del Grande Dizionario della Lingua Italiana, UTET, Torino, 1998; La fisica delle cose, a cura di G. Alfano, Perrone Editore, Roma, 2011; Sorridimi ancora a cura di Lidia Ravera, Giulio Perrone Editore, Roma 2007, dalla quale è stato messo in scena lo spettacolo Le invisibili, Teatro Valle, 2009; “Come è finita la guerra di Troia non ricordo” a cura di G. Linguaglossa, Edizioni Progetto Cultura, Roma, 2016; Sorridi sei a Nettuno, Fusibilia edizioni, 2018; l’antologia americana How The Trojan War Ended I Don’t Remember, Chelsea Edition, 2019, New York. Redattrice della Rivista Internazionale L’Ombra delle parole e della rivista di poesia e contemporaneistica Il Mangiaparole (Edizioni Progetto Cultura), è presente nella Storia della poesia italiana-Dalla lirica al discorso poetico, Roma (2011) e in Dopo il Novecento, a cura di G. Linguaglossa, Società Editrice Fiorentina (2013). Attualmente organizza laboratori di lettura e scrittura poetica a Roma.

HAMIDA SAGER

LIBIA - Hamida Il mehdi Sager, 18 febbraio 1978.

Giuria del primo  Sguardo di Donna  2022.

Hamida Il mehdi Sager, 18 febbraio 1978, laureata all'Università di Tripoli, specializzazione in disegno e pittura 1999/2000, ha conseguito il master dell'Accademia libica di belle arti nel 2005, Ha conseguito la seconda laurea magistrale presso l'Università di Belle Arti di Roma, specializzandosi in scultura e installazione, 2020, docente presso l'Università di Tripoli Autorità per la preparazione il dottore in Italia, Membro del Jnhthouderahbjamahtrabuls, Presidente della Società Libica Indipendente di Belle Arti a Roma, Italia, Pressoterapia Società Internazionale di Arti Culturali Nautartis a Gubbio, Italia Membro, Membro dell'Associazione Culturale d'Arte Tallent Art Talenart Roma, Italia , ha partecipato a numerose mostre e premi locali e internazionali Tsalhaly Trutab e il più importante, Awards. 
1. First Award, Medal of the Hippo Medal Expo Spa, Belgium 2017
2. Quarto premio al Festival dell'amicizia Italia-Giappone 2014, Osaka, Giappone 
3. Secondo premio al Festival Internazionale della Targa d'Oro 2015, Gubbio Italia. 
4. Primo premio, Premio di pittura in miniatura, 2016, Roma, Italia.
5. Primo premio premio nella mostra (Citizens Meet Art) Roma, Italia. 
6. Terzo premio per il Silver Chestnut Festival, Caprizi, Italia È stata anche premiata dall'artista italiano Diego Velasquez nella città di Lecce, Italia 2017, Premio Leone Alato Venezia 2017e recentemente insignita a Palermo, il capitale della cultura italiana 
2018 con il corpo del falco rappresentante la città di Palermo nel teatro Blond.
Vive in Italia, molto interessato alle questioni culturali e artistiche. Hamidasagr1978@yahoo.com

 

TINA SALETNICH

IITALIA - Tina Saletnich. Nata a Roma, dove ha sempre vissuto, proseguendo gli studi fino alla laurea in Giurisprudenza.

Giuria del primo  Sguardo di Donna  2022.

Negli anni dell’adolescenza si è dedicata alla lettura ma anche al disegno, che le interessava fin da giovanissima.
Nella pittura ha subito trovato, misteriosamente, la sua personale espressione artistica.
Nelle sue opere vibrava fin dall’inizio un mondo composto di frammenti colorati, di linee che si incrociano e si inseguono, stimolando lo sguardo verso molte prospettive e interpretazioni,
creando un effetto di impressionismo geometrico.
La sua presenza artistica si è manifestata nelle numerose esposizioni, in Italia e all’estero, e documentata dall’inserimento nel Repertorio degli artisti e delle mostre di arte contemporanea,
edito nel 2004, a cura del Comune di Roma.
Ha frequentato la Scuola Libera di Nudo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, e l’Istituto per l’Arte e il Restauro, nel Palazzo Spinelli a Firenze.
Ha anche seguito un corso di Modellazione Plastica all’Accademia Internazionale estiva a Brunico.
Ha partecipato a due progetti internazionali della Comunità europea, organizzati a Civitella d’Agliano (Viterbo).
In occasione del Centenario ha ricevuto il Premio Continuità del Futurismo nella mostra allestita nel 2009 nella città di Cavallino (Lecce).
La sua personale più recente risale al 2011, presso il Municipio di Roma Centro Storico, dove ha esposto monotipi digitali nella mostra “Il visibile e l’invisibile!”.
La passione per la pittura le ha dato sempre un aiuto prezioso, tanto per definirla: “Il mio tempo migliore”,
perché ha rappresentato la fantasia, la libertà, l’energia positiva della creatività.

MARIA L. COLASSON

FRANCIA - Marie Laure Colasson è nata nel 1955 a Parigi e vive a Roma.

Marie Laure Colasson  Giuria del primo  Sguardo da Donna  2020, 2021 E 2022

 

È pittrice, suoi quadri sono stati esposti in gallerie di Buenos Aires, Parigi, Bruxelles, Roma, Torino. È redattrice della rivista on line lombradelleparole.wordpress.com sulla quale sono state pubblicate sue poesie e traduzioni.
https://lombradelleparole.wordpress.com/...

Pagina Facebook

https://www.facebook.com/marielaure.colasson.9

 Mostre
1976 Collettiva Galleria “La Maddalena”, Roma – Galleria “Arti Visive”, Roma.
1977 Collettiva “Arte come procedimento”, Frascati (Roma) con 2 videotape su 2 artiste donne.
1978 Collettiva “Donna Arte”, Frascati.
1979 Collettiva “American Center”, “Promenade à travers la peinture contemporaine”, Paris. Mostra personale Galleria “P 21 Arte”, Roma. Mostra collettiva presso University of Northern Colorado U,S,A. “Grafiche collettive”, Figline Valdarno. “Grafiche collettive” Teatro Centrale, Roma. Mostra personale “Per filo… per segno e per suono”, proposta alla musica, Galleria “La Marguttiana”, Roma. Collettiva “Grafiche”, Libreria Gulliver, Roma. “Collettiva” Galleria Sincron, Brescia. “Rassegna di gruppi autogestiti in Italia”, gruppo “Campo Immagine”, Studio d’Arte Il Moro, Firenze. Mostra personale “Segno-Suono-Tempo” su musiche originali di Patrizia Scascitelli. Mostra personale Galleria “Variazioni”, Milano. Grand Palais “Salon Comparaisons”, Paris. Collettiva “I segni della geometria”, Studio AM 16, Roma. Mostra personale Galleria “Athena”, Vasto. “Grands et Jeunes d’aujourd’hui”, Grand Palais, Paris. Collettiva “Piccolissimo formato”, Mostra d’arte Astratto-Concreta, Studio AM 16, Roma.
1980 Collettiva “Divertiamoci a imparare”, gruppo Campo-immagine, Roma. 10 Pintores italianos a Simon Bolivar, Libertador, Caracas. Mostra collettiva Un’idea meccanica, Galleria “9 colonne”, Bergamo.
1981 Collettiva “Cairn”, coopérative d’artistes, Semaine-événement. Gruppo “Campo-immagine”, Paris. Collettiva “Grafiche”, Kustlerhaus, Vienna. Mostra personale Galleria “Il Brandale”, Savona.
1982 Mostra personale Galleria “Fumagalli, Bergamo. Collettiva “Panoramica 82” Galleria Sincron, Brescia- Collettiva “Presenza-Assenza”, Palazzo delle Esposizioni, Roma. Mostra itinerante Tokio-Mitzukosxi-Odawara-Kanagava, Giappone. Collettiva “Piccolo Formato 82”, Galleria Sincron, Brescia. Collettiva Volksuniversiteit, Rotterdam.
1983 Collettiva Staats Universitas Bibliothek, Amburgo. Esposizione presso la “ARTexpo”, Brescia.
1984 Collettiva Galleria “La Chambre Blanche”, Quebec, Canada.
2007 Collettiva “Opere in bianco”, Biblioteca della Camera dei Deputati, Roma, “Il Collage”, Galleria “Irtus”, Sutri (Viterbo)
2008 Mostra personale “Memorie del tempo”, Tuma’s, Roma. Collettiva “Boomerang”, Liceo Artistico “Giorgio De Chirico”, Roma. Collettiva “Trasparenze”, Galleria “Irtus”, Sutri (Viterbo).
2010 Mostra personale Galleria “Le Opere”, Roma
2011 Premio Internazionale LIMEN, Vibo Valentia
2016 Mostra personale, Studio Aperto, Roma
2017 Collettiva “Avventura a Campo de’ fiori”, cinema Farnese Persol. Associazione culturale L’Acquario, Roma.
2018 Collettiva MACRO, Plexus, “I diritti dell’uomo”, Roma.
2019 Collettiva “Il tempo delle donne” Galleria Arca De Noesis, Roma.

Hanno scritto sul suo lavoro artistico:

Fabrizio Buccarella, Sandra Giannattasio, Paolo Brunori, Genny di Bert Radicati, Mario Lunetta, Giorgio Linguaglossa, Gino Rago, Edith Dzieduszycka.
Sue opere sono state pubblicate sulle seguenti riviste: “Fermenti”, Odradek”, Art in Italy, lombradelleparole.wordpress.com

Le opere di Marie Laure Colasson si trovano i vari musei in Giappone, Brasile, Argentina. La sua attività si è espressa anche come coreografa nell’allestimento di spettacoli di danza contemporanea e nella pubblicazione su varie riviste di poesie in francese e in italiano. Vive e lavora a Roma. Indirizzo di posta elettronica: mlcolasson72@gmail.com

CANADA - Norma Troiano, è sparte della Giuria del Primo Sguardo da Donna TROFEO 2020, 2122

E' nata in Canada da padre italiano e madre russa, risiede a Roma dal 1968. A 18 anni vogliosa di conoscere altri paesi ha intrapreso un lungo viaggio in Europa. Da piccola le piaceva disegnare ritratti di parenti e amici ed è per questo che rimase colpita dai musei delle città più importanti in Europa. Tornando in Canada comprò una macchina fotografica analogica e cominciò a fotografare. Dopo qualche anno decise di stabilirsi a Roma. Però la Francia è stata per lei fonte di grande ispirazione perché per motivi di lavoro vi si recava spesso. In seguito, per qualche anno, ha lasciato questa sua passione per motivi personali. Riprendendola ha previlegiato il B&N.
L'occhio per lei è la sua macchina fotografica. Non esiste un giorno in cui non è ispirata. Certo non esce tutti i giorni con la macchina fotografica però quante volte avrebbe voluta averla. Camminando per strada vede cose che avrebbe voluto fotografare.
Fotografa per se stessa per puro piacere. Ha partecipato a mostre collettive in occasione della Festa della Garbatella che si faceva ogni anno nel mese di Giugno.
Ha esposte fotografie fatte in Provenza in un'antica cripta di un paesino molisano, ha esposto con altri artisti a 2 mostre presso CosArte Spazio Creative alla Garbatella e per ultimo ad una mostra internazionale intitolata “Sguardo di Donna” de " Il Tempo delle Donne" che si è tenuta a Roma, lei si è ispira a fotografi surrealisti da lei sempre amati.

NORMA TROIANO